La qualità delle azioni formative dipende in maniera particolarmente significativa dal fatto di essere basate sulla ricerca. L’individuazione dei temi e dei progetti di ricerca avviene perciò contestualmente alla progettazione e alla valutazione degli esiti delle azioni formative e si configura anche come un monitoraggio continuo dell’evoluzione della domanda di formazione. tsm-Trentino School of Management, inoltre, svolge attività di ricerca all’interno delle aree prioritarie di intervento al fine di sviluppare un know how distintivo.

L'attività di ricerca ha quindi due finalità:

  • la prima, di carattere generale, è l'investimento in conoscenza per la progettazione di interventi formativi e per il monitoraggio del fabbisogno formativo 
  • la seconda, di carattere specifico, riguarda l’approfondimento e la riflessione nelle aree di intervento di tsm.


Anno 2008

PONTEST-Una rete per l'inserimento degli immigrati

luglio 2005 a luglio 2008

Gruppo di progetto: Gianluca Cepollaro, Adriano Chinellato, Gianni Lazzari, Graziano Molon, Luca Nogler
Organizzazione e segreteria: Floriana Samuelli, Federica Scarian

presentazione del progetto

La presenza di lavoratori immigrati è un dato ormai strutturale del mercato del lavoro, dovuto in parte alla necessità di manodopera espressa da molti settori produttivi, e in parte dalla mancanza di persone disponibili a svolgere determinate professioni.
Anche il Trentino vede una presenza sempre più diffusa e stabile di lavoratori stranieri nel tessuto produttivo e sociale. Le competenze apprese nel paese d’origine sono però spesso svalutate nel mercato del lavoro dove la richiesta di manodopera è di livello basso. Uno dei principali vincoli, infatti, alla piena integrazione economico-sociale nel mercato del lavoro degli immigrati, e quindi causa di discriminazione, è proprio la presenza di un divario tra competenze possedute e lavori effettivamente svolti. Il mismatch tra la domanda espressa dalle imprese locali e le competenze dei lavoratori genera una situazione di sottoimpiego che si ripercuote sulle reali possibilità di accesso alle professioni più qualificate.

In questo contesto si inserisce il progetto PONTEST-Una rete per l’inserimento degli immigrati, che si propone di affrontare le difficoltà di accesso e integrazione nel mercato del lavoro degli immigrati, in particolare provenienti dall’Est europeo e dai paesi compresi nell’Unione Europea “allargata”, mettendo in relazione le competenze di cui sono portatori alla specificità del fabbisogno espresso dal tessuto economico locale e ai processi di internazionalizzazione delle imprese.

obiettivi

Il progetto PONTEST, che si articola secondo il modello della ricerca-progettazione-intervento, si pone l’obiettivo di facilitare l’inserimento e il re-inserimento dei lavoratori immigrati nel sistema economico-sociale trentino, attraverso azioni sperimentali che mirano a:
  • creare reti di supporto allo sviluppo professionale dell’immigrato e ai processi di internazionalizzazione delle imprese, sostenendo il riconoscimento e lo sviluppo delle competenze dei lavoratori immigrati;
  • costruire un modello teso a facilitare l’incontro tra domanda di lavoro espressa dalle imprese locali e l’offerta di lavoro immigrato;
  • realizzare una rete transnazionale sperimentale per azioni di reclutamento, selezione e formazione dei lavoratori centrata sul fabbisogno di competenze delle imprese.

gruppo di lavoro

Per lo sviluppo del progetto PONTEST, è stata costituita un’Associazione Temporanea di Impresa che riunisce i seguenti partner: tsm - Trento School of Management, Camera di Commercio I.A.A. di Trento - Trentino Sprint, Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università degli Studi di Trento, Istituto Trentino di Cultura ITC Irst, Ente Bilaterale Artigianato Trentino - EBAT. La partnership prevede una stretta collaborazione con l’Associazione Trentina Accoglienza Stranieri - ATAS Onlus e con l’Istituto Regionale di Studi e Ricerca Sociale – IRSRS.

Highlights Eventi Editoria