Chi siamo

tsm | wellab - Laboratorio per il welfare e il lavoro si sviluppa attorno a tre tematiche principali: il lavoro, il welfare e la formazione, che insieme generano un meccanismo virtuoso di crescita continua. wellab si compone di tre aree: LaReS-Laboratorio Relazioni di Lavoro e Sindacali, Ctf-Certificazione territoriale familiare e Ascl-Alternanza scuola-lavoro che, sinergicamente, affrontano le tematiche sopra elencate.


LaReS Laboratorio Relazioni di Lavoro e Sindacali

tsm LaReS Laboratorio Relazioni di Lavoro e Sindacali svolge attività di formazione sulle relazioni di lavoro rivolte ai soggetti pubblici e privati coinvolti nelle relazioni di lavoro e nelle politiche economiche e del lavoro sul territorio trentino (L.P. 19/1983, art. 6 bis).

tsm LaReS è un luogo di riflessione, condivisione, formazione e confronto sui temi dello sviluppo economico, del diritto del lavoro, delle relazioni industriali, della rappresentanza sindacale e delle politiche pubbliche, sociali e previdenziali.

Obiettivi

Il principale obiettivo è quello di fornire gli strumenti utili allo sviluppo delle competenze professionali di tutti gli operatori delle relazioni di lavoro della Provincia autonoma di Trento.

Le attività formative di tsm LaReS si pongono, più in dettaglio, l'obiettivo di:

  • approfondire e analizzare le tematiche dello sviluppo economico, del diritto del lavoro, delle politiche fiscali, sociali, previdenziali e del lavoro;
  • qualificare gli agenti delle relazioni di lavoro e la contrattazione aziendale, territoriale e sociale, grazie a strumenti di valutazione delle politiche pubbliche e dell'analisi dei bilanci aziendali e attraverso le buone pratiche attuate a livello internazionale per quanto riguarda l'organizzazione del lavoro e dei processi produttivi;
  • sostenere i processi partecipativi e di condivisione tra le parti sociali a livello territoriale ed aziendale;
  • consolidare la crescita economica e sociale, l'innovazione e la qualità del tessuto produttivo, della Pubblica Amministrazione e in generale dell'occupazione.

Destinatari

I principali destinatari delle attività sono i dipendenti della Provincia autonoma di Trento, del Consiglio provinciale e degli enti strumentali che operano nell'ambito delle relazioni di lavoro, gli operatori delle associazioni di rappresentanza e gli ordini professionali.

 


Ctf Certificazione territoriale familiare

L'attività dell'Area Ctf-Certificazione territoriale familiare si sviluppa a partire dalla Legge provinciale 2 marzo 2011, n. 1 (Legge provinciale sul benessere familiare) e in particolare su quanto previsto dagli artt. n. 19 (Certificazione territoriale familiare) e n. 32 (Formazione, ricerca e innovazione) e sull'Intesa Stato Regioni del 3 agosto 2016.

Obiettivi

Obiettivo dell'attività è il supporto all'Agenzia provinciale per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili della Provincia autonoma di Trento nello sviluppo del sistema di certificazione territoriale familiare a livello provinciale e nazionale, attraverso:

  • attività di progettazione, pianificazione e implementazione di iniziative di formazione, sensibilizzazione, monitoraggio e valutazione a favore di soggetti coinvolti nella certificazione territoriale familiare e di potenziali soggetti da accreditare presso l'Ente di certificazione dello standard familiare;
  • attività di studio, ricerca e analisi d'impatto delle azioni a favore di soggetti operanti nella certificazione territoriale familiare;
  • attività di supporto gestionale-didattico funzionali alla formazione e allo sviluppo delle competenze e di una cultura family friendly;
  • attività di supporto tecnico-strumentale per l'Agenzia per la famiglia orientate allo sviluppo del sistema di certificazione territoriale familiare;
  • attività a livello provinciale e a livello nazionale (comuni e regioni).

Destinatari

Consulenti, valutatori e referenti aziendali Family Audit e tutti gli interessati allo sviluppo di competenze specifiche volte alla diffusione di una cultura family friendly.

 


Ascl - Alternanza scuola-lavoro

L'alternanza scuola lavoro nasce in Italia grazie alla cosiddetta Legge sulla Buona scuola (L.107/2015) mentre in Trentino vede la luce un anno dopo, nel 2016, grazie alla Legge provinciale sulla scuola n. 10 del 2016 che

nell'ambito del secondo ciclo di istruzione e formazione (...) individua modalità per la promozione e la valorizzazione dell'apprendimento in alternanza tra scuola e lavoro, in relazione ai bisogni individuali di istruzione e formazione dei giovani, sviluppando l'acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro.

A partire dal 2016 tsm-Trentino School of Management ha avviato un progetto formativo, rivolto a tutte le scuole superiori di secondo grado del territorio provinciale, con l'obiettivo di fornire agli studenti alcune competenze specifiche relative al mondo del lavoro e, più in generale, delle “lenti” attraverso le quali cogliere gli aspetti più significativi nonché i mutamenti che caratterizzano il mercato del lavoro e le dinamiche aziendali, pubbliche e private.

Obiettivi

  • Attuare modalità di apprendimento flessibili e equivalenti sotto il profilo culturale ed edu­cativo, rispetto agli esiti dei percorsi del secondo ciclo, che colleghino sistematicamente la formazione in aula con l'esperienza pratica;
  • Arricchire la formazione acquisita nei percorsi scolastici e formativi con l'acquisizione di competenze spendibili anche nel mercato del lavoro;
  • Favorire l'orientamento dei giovani per valorizzarne le vocazioni personali, gli interessi e gli stili di apprendimento individuali;
  • Correlare l'offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio;

Programma attività

Il progetto propone una serie di interventi formativi nelle scuole in grado di fornire loro competenze specifiche relative al mercato del lavoro, alle professioni del futuro, alle differenze nel mondo del lavoro. L'attività viene svolta da formatrici e formatori provenienti da contesti lavorativi diversi (consulenti del lavoro, ricercatori universitari, formatori) accompagnati, sia in presenza che virtualmente, dai tutor-facilitatori, in grado di seguire e monitorare per conto di tsm tutto il percorso formativo intrapreso da una scuola.

I moduli attualmente proposti alle scuole sono:

  • Mercato del lavoro e innovazione in Trentino
  • Le professioni del futuro e la formazione universitaria
  • Le tipologie del lavoro
  • La retribuzione e la previdenza
  • I lavoratori tra diritti e doveri
  • Le differenze nel mondo del lavoro
  • La scuola non è mai finita. Apprendistato, formazione continua e certificazione delle competenze