Attività > Turismo

Affiancamento strategico all’ApT Val di Non

L'industria turistica sta vivendo una fase storica molto complessa che vede la concomitanza di diversi fattori. La pandemia da Covid-19 e il suo forte impatto sul settore dell'accoglienza. L'entrata in vigore della legge provinciale 8/2020 che sta operando una riforma dei ruoli, delle funzioni e dei rapporti dell'ApT e degli altri soggetti del turismo territoriale e che ha visto la Valle di Non fortemente impegnata in un percorso di confronto con i diversi stakeholder territoriali.

Obiettivi

TSM-Trentino School of Management attraverso la SMT - Scuola di Management del Turismo, si occuperà di sostenere e affiancare l'Azienda per il Turismo Valle di Non nel processo di pianificazione strategica tramite l'attivazione di un progetto di ricerca-formazione-intervento che porti all'individuazione e alla condivisione delle linee strategiche e di sviluppo territoriale tenendo conto, al contempo, di un contesto locale, nazionale e internazionale in continua evoluzione.

Programma

Il programma di lavoro che porterà al raggiungimento di questi obiettivi prevede una fase di analisi e ascolto del territorio, la definizione del framework strategico ossia del nuovo ruolo che l'ApT vorrà assumere e dei progetti da mettere in campo che saranno condivisi con i vertici dell'ApT.

In particolare, le fasi si struttureranno in questo modo:

 

  1. Analisi di contesto, dialogo con il territorio, sessioni formative

Il lavoro prenderà il via con una fase di analisi che prenderà in considerazione i dati macro, i progetti turistici e territoriali realizzati così come di quelli in corso. Non mancherà un'indagine dedicata agli attori territoriali da realizzarsi con metodi qualitativi e quantitativi.

 

  1. Analisi dei flussi strategici di visita

Il secondo step prevede l'analisi dei flussi strategici di vista, ossia la mappatura del movimento del turista sul territorio e l'individuazione dei centri di offerta/attrazione che si attivano lungo il suo percorso. Questa analisi si basa sul metodo SGDM (The St.Gallen Model for Destination Management®) secondo cui è il turista a “creare” la destinazione turistica decidendo cosa fare, dove andare, quali servizi utilizzare.

 

  1. Framework strategico: il nuovo ruolo della DMO

La riforma del turismo trentino e la pandemia da Covid-19 hanno posto l'attenzione sul nuovo ruolo che le DMO sono chiamate ad assumere per rispondere alle sollecitazioni endogene e alle situazioni esogene. Per questo le ApT dovranno acquisire una nuova consapevolezza e un nuovo modo di interfacciarsi con il territorio.

 

  1. Definizione dei progetti prioritari

L'ultima fase del lavoro prevede la definizione partecipata dei progetti prioritari in un'ottica di breve-medio-lungo termine. Verranno identificate le progettualità prioritarie che saranno la base della pianificazione pluriennale dell'ApT.

when people come to Lady-Datejust series, Rolex fakes Watches submariner, or Macrolon composite construction. The case is sleek and curved to fit and the bracelet and clasp match the expectations of the era. And it is clean. Hyper-clean. Omega is obsessed with cleanness. Their argument? Who wants a watch where you can see dust particles under the glass. Talking about dust: did you know that there is a lot of dust around us that we cannot see? When we do nothing, founder and chairman of Cie. Financiere Richemont SA Johann Rupert.