Attività > Alternanza scuola-lavoro

ASCL | L’alternanza scuola-lavoro in Trentino. Interventi formativi a supporto dell’attività di tirocinio degli istituti secondari di secondo grado. a.s 2021/2022

L'alternanza scuola lavoro trova il suo impianto normativo nella cosiddetta Legge sulla Buona scuola (L.107/2015) mentre in Trentino ha visto la luce un anno dopo, nel 2016, grazie in particolare alla Legge provinciale sulla scuola n. 10 del 2016. L'alternanza scuola lavoro è una “modalità di realizzazione del percorso formativo progettata, attuata e valutata dall'istituzione scolastica e formativa in collaborazione con le imprese, con le associazioni di rappresentanza e con le camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura, che assicura ai giovani, oltre alla conoscenza di base, l'acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro”.
I percorsi di alternanza vengono inseriti nei progetti di istituto per una durata complessiva di almeno 400 ore nell'ultimo triennio nell'istruzione tecnica e professionale e di almeno 200 ore nell'ultimo triennio dei licei.

Come per gli anni precedenti, anche per il 2021/2022 tsm | wellab prevede di realizzare, accanto alle attività in alternanza scuola lavoro che si potranno effettuare in ottemperanza alle norme igienico-sanitarie, una serie di interventi formativi in grado di supportare gli studenti e fornire loro competenze specifiche relative al mercato del lavoro, al fine di una loro corretta lettura delle dinamiche proprie delle aziende (sia pubbliche che private) e di un adeguato inserimento nei luoghi di lavoro.

Obiettivi

Obiettivi generali dell'alternanza scuola lavoro sono:

  • Attuare modalità di apprendimento flessibili e equivalenti sotto il profilo culturale ed edu­cativo, rispetto agli esiti dei percorsi del secondo ciclo, che colleghino sistematicamente la formazione in aula con l'esperienza pratica;
  • Arricchire la formazione acquisita nei percorsi scolastici e formativi con l'acquisizione di competenze spendibili anche nel mercato del lavoro;
  • Favorire l'orientamento dei giovani per valorizzarne le vocazioni personali, gli interessi e gli stili di apprendimento individuali;
  • Realizzare un organico collegamento delle istituzioni scolastiche e formative con il mondo del lavoro e la società civile, che consenta la partecipazione attiva nei processi formativi, da parte dei soggetti disponibili ad accogliere gli studenti per periodi di apprendimento nel contesto lavorativo;
  • Correlare l'offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio;

Articolazione e contenuti

La durata complessiva in ore del percorso formativo varia in base alla modalità scelta dalla scuola. In presenza i moduli durano 3 ore da 50 minuti, mentre in collegamento sincrono a distanza la durata si riduce a 2 ore da 50 minuti. Il modulo I lavoratori tra diritti e doveri dura, in qualsiasi circostanza, 2 ore da 50 minuti.

I sette moduli formativi che compongono il progetto vengono quest'anno proposti e organizzati in 3 unità formative, in base alla coerenza degli argomenti trattati e alle finalità formative riconosciute.

Di seguito un dettaglio dei contenuti delle unità formative che compongono il progetto:

  • Unità formativa 1 - Dimensione culturale orientativa

E' composta da due moduli, l'intento dei quali è quello di far riflettere gli studenti, ormai prossimi all'ingresso nel mondo universitario o professionale, circa le caratteristiche del mercato del lavoro, trentino, italiano ed europeo, e ciò che esso richiede in termini di nuove competenze, facendo così conoscere le “professioni del futuro” e ragionando su trend futuri, formazione e occupabilità. Per questo motivo la dimensione entro la quale si collocano questi due moduli può esser definita di carattere cultural-orientativo.
ModuliMercato del lavoro e innovazione in Europa in Italia e in Trentino, Le professioni del futuro e la formazione post-diploma

  • Unità formativa 2 - Dimensione tecnico formativa 

L'unità si compone di una trilogia di moduli dai contenuti altamente tecnici quali le tipologie di lavoro (subordinato e autonomo), la contrattualistica, la busta paga, il sistema previdenziale e il tema della rappresentanza dei lavoratori. Si tratta di argomenti di fondamentale importanza per sensibilizzare i giovani in merito alle basi su cui si fonderà il loro futuro lavorativo.
Moduli: Le tipologie del lavoro, La retribuzione e la previdenza, I lavoratori tra diritti e doveri

  • Unità formativa 3 - Dimensione culturale formativa 

L'ultima unità si distingue infine per la presenza di due moduli che puntano a fissare alcuni concetti di carattere culturale e formativo in termini più generali con, ad esempio, una serie di riferimenti ai temi della diversità, affrontata nei contesti aziendali, e dello sviluppo delle soft skills, valide per lo sviluppo della propria maturità personale.
Moduli: Le diversità al lavoro, Maturazione delle competenze per un mercato del lavoro in continua evoluzione

Ogni istituto potrà scegliere in autonomia una o più unità formative o singoli moduli, proseguendo pertanto come negli anni precedenti. La suddivisione in unità formative vuole essere unicamente uno strumento in favore delle scuole che, in questo modo, potranno, se lo desiderano, essere accompagnate rispetto all'indirizzo scolastico.
I moduli formativi saranno replicati in ogni istituto scolastico/rete al fine di soddisfare le richieste che perverranno e sarà cura di tsm|wellab seguire le indicazioni delle scuole, anche rispetto all'organizzazione delle lezioni in presenza.

Destinatari

Il percorso formativo è rivolto agli studenti dell'ultimo triennio degli istituti scolastici secondari di secondo grado del Trentino (licei e istituti tecnici).

Docenti

I docenti coinvolti saranno studiosi ed esperti dei temi trattati con esperienza nella formazione e una profonda conoscenza delle dinamiche proprie dell'ambito scolastico.
Saranno con piacere confermati le formatrici e i formatori intervenuti nel corso dell'anno scolastico 2020/2021, il cui livello di gradimento, specie tra le studentesse e gli studenti coinvolti nel progetto, è piuttosto alto. Sarà impegno di tsm|wellab reclutare, nel corso dell'anno, nuove formatrici/formatori, anche per venire incontro alle sempre crescenti richieste delle scuole.

Modalità di erogazione

Considerato il perdurare dell'emergenza sanitaria da Covid-19, risulta ad oggi difficile immaginare quali saranno le circostanze che accompagneranno l'avvio e il prosieguo del nuovo anno scolastico; per questa ragione tsm|wellab ritiene opportuno continuare ad offrire alle scuole la possibilità di scegliere la modalità di erogazione del progetto, in presenza oppure in modalità online sincrona e asincrona.

Pur mantenendo un approccio laboratoriale, che punta al massimo coinvolgimento degli studenti per poter affrontare adeguatamente argomenti nuovi e di complessa comprensione, le scuole potranno quindi organizzare gli interventi formativi per gli studenti sulla base di tre possibili modalità di erogazione:

  • In collegamento sincrono a distanza: gli studenti potranno collegarsi tramite pc da casa o da scuola e assistere alle lezioni mediante l'utilizzo di piattaforme online messe a disposizione dalle scuole.
  • In Formazione a distanza (FaD): le lezioni, svolte dal formatore e registrate mediante l'uso del software Gotowebinar, saranno distribuite alle scuole in forma di video, come già avvenuto in precedenza. Sarà la scuola a decidere quando e come farle visionare.
  • In presenza: se la scuola lo riterrà opportuno e utile, il formatore e il facilitatore/tutor raggiungeranno fisicamente l'istituto e svolgeranno la lezione in aula alla presenza di studenti e docenti.

Monitoraggio attività 

Il monitoraggio delle attività formative rimane parte essenziale e integrante del progetto poiché negli anni ha permesso l'implementazione e il miglioramento dell'efficacia formativa dell'intero progetto tuttavia, stante l'attuale incertezza che accompagna il rientro in classe degli alunni, l'intero sistema di monitoraggio verrà strutturato in base alla modalità formativa scelta dalla scuola.

Tempi e sedi delle attività 

Le attività formative si svolgeranno nelle sedi delle scuole o in didattica a distanza. I periodi dell'anno e le date saranno definite con ogni istituto scolastico in base alle specifiche necessità.