Attività > Relazioni e politiche di lavoro

La legge provinciale 12 ottobre 2021, n. 20 per la promozione di una cultura attenta alle persone con disturbi dello spettro autistico

La legge provinciale n. 20 del 2021 “Disposizioni in materia di inserimento lavorativo delle persone con disturbi dello spettro autistico” intende aiutare chi soffre di disturbi dello spettro autistico e le loro famiglie. La normativa, approvata il 6 ottobre 2021 dal Consiglio provinciale della Provincia autonoma di Trento, non riguarda esclusivamente l'inserimento lavorativo ma rappresenta una riforma complessiva di questo settore delicatissimo poiché prevede che la Provincia promuova una cultura attenta alle persone con disturbi dello spettro autistico e valorizzi una rete integrata del sistema dei servizi sanitari, socio-sanitari, socio-assistenziali, educativi, per il miglioramento delle condizioni di vita, l'inclusione sociale dei soggetti interessati e delle relative famiglie.
Per rispondere alla legge 20/2021 Agenzia del lavoro prevede quindi che tutti gli operatori dei Centri per l'Impiego impegnati nell'occupazione dei disabili e degli svantaggiati (legge 68/1999) approfondiscano il tema dello spettro autistico, i presupposti con cui è nato il disegno di legge e le nuove disposizioni previste dalla normativa provinciale. È richiesto inoltre che gli operatori sviluppino competenze specifiche per un corretto e puntuale utilizzo degli strumenti a disposizione puntando anche sul ruolo della relazione con altri soggetti presenti sul territorio provinciale e indicati anche dalla norma.

 

 

 

Articolazione e contenuti

La legge provinciale 12 ottobre 2021, n. 20 per la promozione di una cultura attenta alle persone con disturbi dello spettro autistico

Saluti istituzionali e inquadramento generale sulle finalità della legge 20/2021
Paola Borz, Direttrice generale Tsm-Trentino School of Management
Assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro, Provincia autonoma di Trento

I diversi aspetti della legge
Stefano Calzolari, Direttore Unità operativa neuropsichiatria infantile territoriale, Azienda Sanitaria per i Servizi Sanitari, Provincia autonoma di Trento
Monica Susat, Direttrice Ufficio per l'accreditamento e l'integrazione socio-sanitaria, UMSE Disabilità e Integrazione socio sanitaria, Provincia autonoma di Trento
Monica Zambotti, Dirigente Servizio Istruzione, Dipartimento Istruzione e Cultura, Provincia autonoma di Trento
Renata Magnago, Direttrice Ufficio inserimento lavorativo soggetti svantaggiati, Agenzia del lavoro, Provincia autonoma di Trento

Autismo e aspetti sociali dell'inclusione
Paola Venuti, Professoressa ordinaria di Psicopatologia clinica e Responsabile del Laboratorio di Osservazione Diagnosi e Formazione, Dipartimento di Psicologia e Scienze Cognitive, Università di Trento

 

Destinatari

Il seminario è rivolto anche agli operatori pubblici della legge 68/99 e agli operatori dei centri per l'impiego privati presenti sul territorio provinciale (soggetti accreditati)e a professionisti di altri settori (sanitario, socio-sanitario, sociale, educativo, parti sociali, associazioni del territorio e famiglie) con l'obiettivo di meglio comprendere le caratteristiche di questo disturbo e disseminare una cultura inclusiva e attenta alle persone che ne sono affette.

 

Attestazione

Al raggiungimento del 70% della presenza sarà consegnato un attestato di partecipazione, come previsto dalle procedure di tsm.

E' in corso la richiesta di accreditamento per il riconoscimento dei crediti formativi per gli iscritti all'Ordine degli Assistenti Sociali.

 

when people come to Lady-Datejust series, Rolex fakes Watches submariner, or Macrolon composite construction. The case is sleek and curved to fit and the bracelet and clasp match the expectations of the era. And it is clean. Hyper-clean. Omega is obsessed with cleanness. Their argument? Who wants a watch where you can see dust particles under the glass. Talking about dust: did you know that there is a lot of dust around us that we cannot see? When we do nothing, founder and chairman of Cie. Financiere Richemont SA Johann Rupert.