Attività > Turismo

Laboratorio di sviluppo del prodotto turistico TurNat

Il percorso di formazione “Laboratorio di prodotto TurNat” mira a definire e facilitare lo sviluppo di progetti turistici di sistema per la primavera, l'estate e l'autunno in un'ottica di integrazione del futuro e più ampio percorso della CETS di sistema per le Reti di Riserve e con lo scopo di trasferire ai soggetti coinvolti competenze in materia di progettazione turistica sostenibile Gli obiettivi del percorso formativo sono:
Definire e facilitare lo sviluppo di progetti turistici di sistema per la primavera, l'estate e l'autunno in coerenza con le cinque dimensioni (temporalità, lentezza, naturalità, accessibilità e autenticità) individuate nella strategia TurNat, asse A.

Stimolare l'innovazione di processo ossia sistematizzare alleanze di sistema locali e provinciali (tra Aree Protette e ApT e Trentino Marketing)

Facilitare l'innovazione di prodotto ossia sviluppare prodotti di sistema legati alla valorizzazione del patrimonio naturale e culturale delle aree protette

Per prodotto turistico si intende quell'insieme di servizi e di beni materiali e immateriali di un'area in grado di soddisfare esigenze di specifici segmenti della domanda turistica, con lo scopo di fare vivere al turista un'esperienza unica in una destinazione.

I prodotti turistici TurNat sono volti a soddisfare le esigenze di quei turisti che hanno una forte sensibilità ambientale e che sono interessati a scoprire l'unicità e le specificità della natura e della cultura trentina. Le aree protette sono emblema della biodiversità naturale e culturale del Trentino e con il progetto TurNat si impegnano ad offrire un turismo più sostenibile per le proprie comunità e allo stesso tempo rispondente alle esigenze di diverse nicchie interessate ai loro valori. I prodotti di sistema della strategia TurNat saranno gli strumenti per comunicare e far vivere al turista l'unicità del patrimonio delle aree protette sfruttando il potenziale strategico, comunicativo e di marketing unitario del sistema delle aree protette del Trentino, il quale spicca per qualità nel panorama nazionale e che costituisce una delle eccellenze del territorio trentino.

Articolazione e contenuti

Il laboratorio avrà un approccio concreto e si baserà sull'analisi di casi di successo e sulla progettazione partecipata da parte di coloro che dovranno costruire e promuovere i prodotti delle aree protette.

L'articolazione e i contenuti del percorso riflettono la sua duplice finalità: la prima riguarda la strutturazione e condivisione di un'efficiente architettura di governance e di un framework per sviluppare prodotti turistici credibili, coerenti e spendibili legati al tema natura; la seconda riguarda l'area di sperimentazione di tale metodo sullo sviluppo concreto di prodotti e iniziative che declinano il tema natura nella stagione primaverile.

Per coniugare solidità progettuale e innovazione alla proposta di prodotto, è necessario sviluppare le attività in quattro fasi che si estendono da dicembre 2014 a dicembre 2015.

L'analisi delle potenzialità di prodotto, attraverso una ricerca desk

L'analisi della situazione esistente attraverso il coinvolgimento attivo di alcuni operatori locali sensibili e attenti ai temi della natura e della destagionalizzazione, valutando:
i flussi esistenti sia strutturati che emergenti, per disporre di una base conoscitiva solida su cui fondare scelte strategiche;
L'offerta turistica esistente legata e/o promosso dalle aree protette (è attualmente concentrata nel periodo estivo);
il patrimonio culturale e naturale su cui si basa l'attrattività dell'offerta;
le cause della mancata o limitata offerta dei prodotti potenziali da parte delle aree protette del Trentino e le opportunità di sviluppare l'offerta in autunno e primavera.

Analisi della fattibilità e selezione delle aree strategiche e dei prodotti di sistema per la primavera, l'estate e l'autunno e delle linee guida per la progettazione locale in coerenza con TurNat e con il sistema di promozione. Insieme al Tavolo di Lavoro TurNat, si selezioneranno i potenziali prodotti turistici di sistema. L'analisi prenderà in esame quanto emerso nel lavoro precedente basato su:
le potenzialità di carattere turistico basate su elementi e tratti ambientali e di cultura materiale dei luoghi già espressi e valorizzati e quelli ancora allo stato latente;
i tematismi da potenziare basati sui flussi esistenti;
l'offerta attuale delle aree protette (a livello locale e di sistema) e quanto dovrebbero mettere in gioco per sviluppare prodotti simili ai casi studiati e colmare le mancanze individuate;

Progettazione locale dei prodotti di sistema e coordinamento provinciale
Una volta definite le linee guida e gli assetti del coordinamento, gli attori saranno pronti per progettare e sviluppare il prodotto a scala locale in coerenza e coordinamento con il sistema e le 5 parole chiave della strategia TurNat.

I RISULTATI DEL LABORATORIO

Quanto qui presentato prende vita dalle linee guida della strategia TurNat, della strategia pluriennale di Trentino Marketing e dai risultati del laboratorio di sviluppo prodotto TurNat. 

Il laboratorio, che ha applicato in otto diversi ambiti il metodo di analisi dei flussi turistici dell'Università di San Gallo, si è svolto in collaborazione con le ApT/CPL, gli enti gestori di aree protette, Trentino Marketing e la Provincia di Trento e ha coinvolto in totale più di 140 operatori legati al settore della ricettività, dell'associazionismo, della ristorazione, dell'agricoltura e di altri servizi turistici (es. guide alpine e accompagnatori di territorio). I risultati dei workshop, condivisi ulteriormente a livello locale con le ApT/CPL e le aree protette, sono stati poi integrati con attività di ricerca e di benchmarking.

In questo fascicolo è possibile trovare la descrizione di sette idee prodotto esemplificative di sette possibili progetti da portare avanti con un approccio di sistema Trentino con l'obiettivo di migliorare l'offerta turistica legata alla biodiversità del Trentino. 

Le “idee prodotto” sono da intendersi come materiale di lavoro “partecipato” e l'auspicio degli operatori che hanno partecipato ai lavori è che possano diventare un'utile base per decidere come e dove migliorare l'offerta turistica in coerenza con la sua comunicazione di Marca. 

Destinatari

L'iniziativa formativa si rivolge a:

  • rappresentanti delle aree protette e delle ApT
  • Trentino Marketing
  • Incarico Speciale (I.S.) per le politiche turistiche provinciali
  • Servizio Sviluppo Sostenibile e Aree
  • ASAT (Associazione albergatori del Trentino)
  • Associazione Qualità Parco
  • rappresentanti delle aree protette
  • Fondazione Edmund Mach
  • Associazione degli Agriturismi Trentini