Attività > Certificazione Territoriale Familiare

Master in gestione delle politiche per il benessere familiare nella Regione Autonoma della Sardegna

PUBBLICATA IN ALLEGATO A QUESTA PAGINA LA GRADUATORIA DEGLI AMMESSI AL MASTER

Il Master nasce da un Protocollo d'intesa tra la Provincia autonoma di Trento e la Regione Autonoma della Sardegna per la promozione di un comune impegno nell'attuazione di politiche finalizzate al benessere familiare. Secondo questo nuovo paradigma, le politiche per il benessere familiare non sono una spesa sociale ma un investimento, in termini di sviluppo locale e coesione sociale, per tutti gli attori di un territorio. La loro implementazione richiede un gioco di squadra e nuove competenze a partire dalla Pubblica Amministrazione per delineare un nuovo design istituzionale riconoscendo i benefici che queste politiche portano con sé all'interno dei territori e delle organizzazioni.
Il “Master in gestione delle politiche per il benessere familiare” intende formare un gruppo dirigente nella Pubblica Amministrazione in Sardegna, a livello centrale e di Enti locali, trasversale ai settori d'intervento (sociale, lavoro, casa, mobilità, cultura, sport, tempo libero..) e distribuito sul territorio regionale in grado di progettare e sperimentare l'implementazione di nuove politiche pubbliche strutturalmente orientate al benessere familiare.
Il Master è promosso dalla Regione Autonoma della Sardegna in collaborazione con l'Agenzia per la coesione sociale, la famiglia e la natalità della Provincia autonoma di Trento e organizzato da Tsm-Trentino School of Managment in qualità di suo Ente strumentale.

 

Obiettivi

La finalità è quella di proporre a figure con ruoli di responsabilità e di coordinamento nella Pubblica Amministrazione e del Terzo settore, un percorso di investimento in termini di sviluppo personale e professionale favorendo la crescita delle competenze necessarie al raggiungimento dei seguenti obiettivi:

  • sviluppare una visione strategica sul tema delle politiche sociali per la famiglia e del benessere familiare;
  • acquisire un mindset di nuove competenze per la progettazione, programmazione, management e valutazione delle policies innovative;
  • facilitare la costruzione di una comunità di pratica trasversale nella Pubblica Amministrazione e un network con gli attori territoriali per favorire lo scambio attivo di idee, strategie e buone pratiche rispetto alle politiche in oggetto.

Articolazione e contenuti

Il Master adotta una prospettiva interdisciplinare e si struttura in 3 aree funzionali (Visione e Strategia, Strumenti e Metodi) alle quali afferiscono 5 ambiti tematici come specificato di seguito:

Area Visione-Strategia:
  1. Le politiche familiari in Italia: sfide sociali e innovazioni nei servizi: ruolo della famiglia nella società e sua evoluzione, la trasformazione delle politiche familiari in Italia e Europa, famiglia e natalità, famiglia, lavoro e dinamiche di genere, le politiche nazionali per la famiglia (dal Family Act al Piano nazionale sulla famiglia). Il contesto socio-demografico-giuridico-economico della Sardegna.
  2. Le politiche per il benessere familiare tra processi di coesione sociale e indicatori di benessere sostenibile: i nuovi paradigmi del welfare, il benessere familiare tra indicatori della qualità della Vita (BES) e obiettivi di sviluppo sostenibile, PNRR e processi di coesione sociale, pari opportunità, sviluppo del capitale sociale.
Area Strumenti:
  1. Il sistema integrato di politiche per il benessere familiare della Provincia autonoma di Trento: sistema Trentino qualità famiglia (certificazioni e standard), sussidiarietà orizzontale (associazionismo familiare e Terzo settore), il sistema premiale, gli interventi economici promozionali, le alleanze territoriali per la famiglia, Distretti Family Audit.
  2. Ecosistema vita lavoro: la conciliazione vita lavoro, le parti opportunità e il welfare come leve strategiche per il benessere familiare e individuale nelle organizzazioni. Sinergia tra welfare aziendale e territoriale inteso come responsabilità sociale di impresa.
Area Metodi:
  1. Capacity building per il governo e la gestione delle politiche innovative per il benessere familiare: metodologie partecipative per la lettura del contesto (design thinking), teoria del cambiamento, coprogrammazione decentrata e coprogettazione di politiche integrate per il welfare territoriale, reti e parternariati multistakeholder, valutazione di efficacia e impatto delle politiche.

Al termine delle lezioni teoriche e in corrispondenza delle 3 Aree funzionali è previsto lo svolgimento di 3 Laboratori sperimentali. Scopo dei Laboratori è quello di accompagnare il gruppo in una riflessione operativa rispetto al contesto territoriale sardo attraverso una attività di team building per collaborare su progetti innovativi. Nell'ambito dei Laboratori saranno assegnati lavori individuali e di gruppo oggetto di una valutazione specifica.
La didattica proposta adotta una prospetiva multidisciplinare ed è strutturata in lezioni teoriche integrate da metodologie attive di apprendimento (laboratori sperimentali e lavori di gruppo) cosi da creare interconnessioni tra i differenti contenuti dei moduli, le conoscenze apprese nel Corso, la loro expertise e il contesto organizzativo/territoriale dei partecipanti. Particolare rilevanza sarà assegnata all'analisi di casi concreti e al confronto con la best practice nazionale di policy family mainstreaming rappresentata dalla Provincia autonoma di Trento.

Valutazione degli apprendimenti 

Nell'ambito di ogni Laboratorio sperimentale saranno assegnati specifici lavori di gruppo che saranno valutati per verificare in itinere il raggiungimento degli obiettivi formativi previsti. Sulla base della strutturazione del lavoro di gruppo assegnato, sarò possibile effettuare anche una valutazione del contributo del singolo partecipante.
Le valutazioni di gruppo e individuali non rappresentano uno sbarramento rispetto al percorso, ma sono strumenti di auto valutazione individuale e di monitoraggio dello sviluppo di abilità e nuove competenze a livello di gruppo classe.
E' previsto lo svolgimento di una prova finale che consiste nella presentazione e nella discussione di un Project work al termine della quale sarà formulato un giudizio di superamento/non superamento della prova finale.

L'ammissione alla prova finale è subordinata:

  • al completamento del percorso formativo (è richiesta una percentuale di frequenza obbligatoria pari ad almeno il 70% delle ore di didattica);
  • all'elaborazione e presentazione dei lavori di gruppo oggetto della valutazione in itinere del percorso;
  • alla realizzazione del Project work individuale discusso in sede di prova finale.

Al termine del percorso saranno consegnati gli attestati di frequenza a cura di Tsm sulla base della frequenza obbligatoria del 70%.

 

Destinatari

Il Master si rivolge a funzionari con ruolo di coordinamento e/o responsabili della Regione Autonoma della Sardegna e di società controllate, rappresentanti istituzionali e funzionari di amministrazioni comunali della Sardegna, dirigenti o coordinatori di organizzazioni operanti nella regione nell'ambito del Terzo Settore.

Il Master si rivolge ad un minimo di 12 ed massimo di 25 partecipanti.

La composizione del gruppo prevede una suddivisione interna:

  • 8 posti destinati alla Regione Autonoma della Sardegna;
  • 12 posti destinati agli Enti locali e alle Società pubbliche partecipate;
  • 5 posti destinati alle organizzazioni del Terzo Settore in Sardegna.

Qualora le candidature provenienti dalle organizzazioni del Terzo Settore non raggiungessero il numero massimo previsto, si procederà ad assegnare tali posti ai candidati appartenenti agli Enti pubblici in base all'ordine in graduatoria degli idonei.

E' prevista una distribuzione territoriale dei posti destinati agli Enti locali e alle Società pubbliche partecipate in base alla Provincia di appartenenza dei candidati come sotto indicato:

  • 4 posti per candidature provenienti da Città Metropolitana di Cagliari, Sulcis e Medio Campidano;
  • 4 posti per candidature provenienti dalla Provincia di Sassari e Olbia-Tempio;
  • 2 posti per candidature provenienti dalle Province di Nuoro e Ogliastra;
  • 2 posti per candidature provenienti dalla Provincia di Oristano.

Qualora le candidature su base territoriale non fossero sufficienti a coprire i posti riservati per ciascuna Provincia, si procederà ad assegnare tali posti ai candidati provenienti da altre Province in base all'ordine in graduatoria degli idonei. In questo modo, a seguito delle candidature raccolte e dell'esito della selezione, la distribuzione territoriale per Provincia degli ammessi al corso potrà essere sarà riproporzionata rispetto alla previsione.

Quota di adesione

La quota di iscrizione di € 500,00 per gli ammessi al Master comprende:

  • i materiali didattici;

non comprende i seguenti costi che saranno quindi a carico dei partecipanti:

  • le spese di trasferta dalla propria residenza alla sede di svolgimento del Master, le spese di vitto e di eventuale alloggio;

Modalità di iscrizione

Requisti di accesso

È requisito prioritario il possesso della residenza in Regione Sardegna e l'appartenenza ad una amministrazione pubblica (Regione o Enti locali) in Sardegna o ad un'organizzazione/ente appartenente al Settore del Privato Sociale o Terzo Settore.
Requisiti di accesso specifici:

  • laurea triennale o magistrale/specialistica o titolo riconosciuto equivalente (nello specifico le lauree quadriennali vecchio ordinamento);
  • esperienza professionale di almeno 2 anni nell'ambito del settore pubblico (Ente regionale o locale), con inquadramento almeno di “funzionario” con l'esercizio di un ruolo di responsabile e/o di coordinamento ;
  • esperienza professionale di almeno 2 anni in organizzazioni e/o imprese sociali o associazioni di Terzo Settore e un ruolo di coordinamento e/o dirigenziale.

Modalità di pre-iscrizione

I candidati procedono con la pre-iscrizione cliccando il pulsante rosso in alto a sinistra in questa pagina.
A seguito dell'invio del modulo online di pre-iscrizione, i candidati dovranno inviare obbligatoriamente tramite indirizzo pec (all'indirizzo tsm@pec.tsm.tn.it alla c.a. dell'Unità Lavoro Scuola e Welfare) la seguente documentazione:

  • curriculum vitae (formato europeo);
  • fotografia recente formato tessera;
  • certificato di laurea o copia conforme all'originale, con indicazione del voto finale e della votazione dei singoli esami sostenuti o la corrispondente dichiarazione sostitutiva di autocertificazione dell'atto di notorietà (artt. 46 e 47 del D.P.R. 28 dicembre 2000 n. 445) nell'attesa del certificato di laurea che dovrà pervenire entro e non oltre la data di iscrizione al corso indicata nella tabella dell'avviso di Selezione che riporta le “Principali scadenze”;
  • copia della carta di identità in corso di validità
  • dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà (art. 46-47 T.U. - D.P.R. n. 445 del 28/12/2000) attestante il rispetto del requisito dell'esperienza lavorativa e l'identificazione della Provincia di residenza dell'Ente pubblico o organizzazione di Terzo Settore di appartenenza di cui alla voce “Requisiti di accesso”;
  • copia di ulteriori certificati o attestati, utili all'esame del curriculum coerenti ai fini degli obiettivi del Master.

In presenza di candidature con documentazione mancante o incompleta o in assenza dei requisiti richiesti, le candidature in questione sono ritenute non idonee e i candidati sono esclusi dalla selezione. Tsm invierà una comunicazione attestante la non idoneità.

La selezione si è conclusa.

 

when people come to Lady-Datejust series, Rolex fakes Watches submariner, or Macrolon composite construction. The case is sleek and curved to fit and the bracelet and clasp match the expectations of the era. And it is clean. Hyper-clean. Omega is obsessed with cleanness. Their argument? Who wants a watch where you can see dust particles under the glass. Talking about dust: did you know that there is a lot of dust around us that we cannot see? When we do nothing, founder and chairman of Cie. Financiere Richemont SA Johann Rupert.