Formazione e Corsi > Formazione

TOURNAT Il Futuro del Turismo nelle Aree Naturali: Impatto, Governance, Finanziamenti. Un laboratorio creativo per policy maker e professionisti del settore al tempo del Covid-19

La pandemia di Covid-19 ha colpito pesantemente il turismo in tutto il mondo e si prevede che continuerà nei prossimi mesi.

In un contesto così mutevole, c'è consapevolezza diffusa che il turismo non sarà più lo stesso dopo il Covid-19. Gli effetti della pandemia modificheranno il modo in cui ci spostiamo, viviamo e sperimentiamo le destinazioni.

Questo cambiamento non sarà lineare e le destinazioni in tutto il mondo dovranno affrontare sfide senza precedenti. Di conseguenza, aumenterà la domanda di nuove competenze, nuovi strumenti e nuovi approcci strategici.La ripresa richiederà molto tempo e, ora più che mai, c'è la necessità di una transizione verso un turismo più sostenibile.

La trasformazione della crisi in opportunità dipende anche dalla capacità dei responsabili politici e degli operatori di acquisire una profonda comprensione della situazione e di individuare nuovi modelli e soluzioni.

Il tema del progetto "Futuro del turismo nelle aree naturali" (Tour.Nat) è la gestione del turismo in tali aree: come progettarlo, come renderlo più equilibrato, come ridisegnare le esperienze, come governare e gestire i flussi dei visitatori, come minimizzare gli impatti negativi, come gestire il rapporto con le comunità locali, come impegnarsi con gli attori interessati alla natura e come governarlo a beneficio

Obiettivi

Creare un ambiente interculturale e internazionale dove condividere, confrontare, valutare idee ed esperienze sulla gestione del turismo nelle aree naturali. Fornire un linguaggio interpretativo comune per valutare e discutere i casi di studio dei partecipanti, nonché i progetti e le pratiche locali volte a promuovere un nuovo turismo sostenibile nelle aree naturali.

Elaborare sulla triple helix, interazione circolare “impatto - governance - finanziamenti" per il turismo naturale, e riflettere su politiche che favoriscano tali dinamiche virtuose.

Elaborare le prospettive di un turismo sostenibile basato sulla natura e le politiche sostenibili dopo la pandemia, come parte di un più ampio ripensamento dell'economia e della società circolare

Favorire il networking e il dibattito intorno a casi di studio rilevanti e alle migliori pratiche dei partecipanti su come affrontare l'impatto del Covid-19 sul turismo nelle aree naturali.

Promuovere il social networking online e offline tra i partecipanti e gli esperti durante e dopo la fine dell'iniziativa, al fine di scambiare conoscenze, esperienze pratiche e metodologie di lavoro sul turismo, la sostenibilità e lo sviluppo locale.

Articolazione e contenuti

Partendo dalla constatazione che non è disponibile una ricetta pronta all'uso e polivalente per affrontare le suddette problematiche, Tour.Nat propone un approccio innovativo per trovare nuove soluzioni dopo la pandemia e costruire un turismo più sostenibile e resistente a futuri shock e instabilità.

Il progetto intende costituire un agile Living Lab (laboratorio vivente), proponendo seminari, ricerche individuali, gruppi di lavoro, sessioni creative, discussioni interattive e tutoraggio online. Consapevoli del fatto che non esistono soluzioni universali per le sfide attuali nei confronti del Covid-19, il concetto guida di Tour.Nat è quello di partire dai casi di studio e lavorare sulle esperienze dirette dei partecipanti. Le idee e le azioni messe a punto per il turismo nella fase successiva alla crisi causata dalla pandemia - che i partecipanti avranno sviluppato e sperimentato durante l'estate - saranno discusse, studiate, analizzate e confrontate per trarre lezioni pratiche e soluzioni praticabili per le prossime stagioni.

Tale approccio incentrato sui casi di studio sarà integrato da un'analisi delle politiche e delle strategie di rilancio nazionali e locali di riferimento per ciascun caso analizzato, al fine di individuare i collegamenti tra politica e pratica necessari per una nuova azione a favore del turismo sostenibile nelle aree naturali.

La crisi dal Covid-19 ha dimostrato che se la natura può sopravvivere e prosperare senza l'uomo, l'uomo non può sopravvivere senza la natura. Le settimane di quarantena hanno lasciato milioni di persone con il desiderio di uscire e di "stare nella natura", e di apprezzarne il valore. Tuttavia, il rischio di avere la memoria corta, di dimenticare rapidamente è alto.

Nell'affrontare la duplice sfida a livello di policy e di pratiche, Tour.Nat è stato concepito su tre temi principali: impatto, governance e finanziamenti.

Impatto

Come misurare gli effetti positivi dei progetti intrapresi per contrastare l'impatto della pandemia sul turismo nelle aree naturali? Come definire il successo di un progetto di protezione della natura e di sviluppo turistico?

Non è forse più sufficiente definire il quadro di riferimento adeguato, coinvolgere gli stakeholder locali, creare un buon team per valutare un progetto? È effettivamente giunto il momento di cambiare l'atteggiamento a favore di nuovi principi di base che considerano i risultati finali come cruciali per la qualità del progetto?

Gli impatti sociali, economici e ambientali si riferiscono a cambiamenti positivi a lungo termine per gli individui, gli imprenditori locali, le comunità e i turisti, derivanti dalle attività e dai servizi forniti nelle aree naturali.

La focalizzazione sugli impatti dei progetti e delle attività ridefinisce le politiche e le strategie per il turismo nelle aree naturali in modo più efficace ed efficiente.

Governance

Nell'era del Covid-19, il turismo è una questione importante che coinvolge direttamente i governi locali e nazionali. In molti paesi e destinazioni, il turismo è uno dei pilastri principali dello sviluppo economico locale, e nei prossimi mesi le aree naturali vivranno una situazione senza precedenti che metterà sotto pressione i gestori locali. Ripensare il turismo significa ridisegnare l'architettura dei sistemi di governance, definire i nuovi ruoli e le responsabilità dei decisori e il modo in cui le decisioni vengono prese ai vari livelli di governo e lungo la catena decisionale, tenendo conto di tutti gli impatti sociali, ambientali ed economici.

Finanziamenti

La manutenzione e la gestione della maggior parte delle aree naturali sono finanziate dalla pubblica amministrazione. Nei prossimi mesi le entrate fiscali diminuiranno e i governi taglieranno la spesa pubblica in molti settori, compresa la protezione delle aree naturali. Inoltre, la contrazione dei flussi turistici nei mesi a venire contribuirà ad un'ulteriore perdita di entrate legate al turismo.

La tempesta perfetta si sta preparando per i parchi e le aree naturali: è quindi necessario pensare a nuovi modi e meccanismi per finanziare la protezione della natura, ad esempio creando partnership con imprenditori privati e coinvolgendo le comunità locali, i cittadini e i turisti.

Destinatari

Il Webinar internazionale è aperto a tutti coloro che hanno interesse per i temi del progetto Tour.Nat.

I candidati a partecipare al Community Lab sono:

Operatori (rappresentanti delle organizzazioni di gestione delle destinazioni locali e regionali, operatori economici del turismo, agenzie turistiche, esperti, rappresentanti di gruppi di interesse e associazioni di settore, ricercatori);

Responsabili politici (autorità locali, regionali e nazionali, agenzie nazionali e regionali, organizzazioni internazionali del settore turistico, istituzioni ed enti di gestione del turismo);

Autorità di gestione dei parchi e delle aree naturali rappresentanti delle istituzioni di regolamentazione di settore.

Programma:

Il progetto, che trae spunto dal progetto sulla gestione del turismo nei siti designati dall'UNESCO nelle aree naturali (T.UN.NA) sviluppato da OCSE e tsm nel 2019, è concepito quale percorso di formazione e sviluppo delle capacità e delle competenze completamente basato sul web e si fonda su 3 componenti principali:

Webinar internazionale aperto al pubblico

Bando di concorso

Community Lab

Tour.Nat webinar internazionale aperto (3 luglio 2020)

Questa crisi senza precedenti che il mondo sta affrontando spinge a rimodellare le politiche e l'industria del turismo. L'evento, coinvolgendo alcuni esperti internazionalmente riconosciuti, proporrà riflessioni di inquadramento del contesto e delle problematiche del settore, evidenziando i grandi temi e i possibili scenari di prospettiva. Il webinar si terrà il 3 luglio 2020 dalle 12.30 alle 14.00 CEST (ora di Roma). Il numero massimo di partecipanti è di 500.

Tour.Nat bando (scadenza 25 settembre 2020)

La seconda fase mira a raccogliere casi ed esperienze da varie località del mondo per costituire un inventario dei "progetti di resilienza turistica" nelle aree naturali protette sviluppati e sperimentati durante la crisi da Covid-19.

Il 3 luglio, durante il webinar internazionale, sarà lanciato un bando di concorso per raccogliere soluzioni o idee valide che i candidati hanno sviluppato o che sono in fase di disegno e sperimentazione a fronte della crisi attuale. Un tutorial on-line e un Toolkit saranno messi a disposizione per facilitare il compito dei candidati nella presentazione della loro candidatura.

Tra i casi studio ricevuti, 30 saranno selezionati per essere ulteriormente elaborati durante le successive fasi del progetto Tour.Nat.

Tour.Nat Laboratorio (15 ottobre - 26 novembre 2020)

I casi selezionati saranno suddivisi in 5 gruppi composti da 6 partecipanti che lavoreranno intensamente nei mesi di ottobre e novembre.Il Laboratorio di Tour.Nat sarà diviso in due fasi.

  I.       15 ottobre - 15 novembre. Ogni gruppo potrà contare sul tutoraggio online dello staff di Tour.Nat al fine di analizzare i casi di studio dei singoli partecipanti, valutarne i punti di forza e di debolezza e riflettere sulle idee principali emerse dai casi di studio riguardanti i tre pilastri di Tour.Nat - impatto, governance e finanziamenti. L'impegno di lavoro individuale previsto è di un massimo indicativo di 20 ore.

23-26 novembre. Un laboratorio intensivo online di quattro giorni di sessioni plenarie (4 ore al giorno) per confrontarsi e elaborare le principali lezioni apprese e i nuovi concetti sviluppati nelle settimane precedenti di lavoro di gruppo. Durante le sessioni plenarie, ogni gruppo presenterà i principali risultati del lavoro svolto ad un panel di esperti internazionali e agli altri partecipanti per trarne indicazioni strategiche e effettuare approfondimenti utili per riorientare e riformulare il turismo nelle aree naturali, prendendo in considerazione sia le lezioni pratiche che le soluzioni di policy. Ogni sessione si concentrerà su uno dei pilastri di Tour.Nat, mentre l'ultimo giorno verranno raccolte tutte le idee principali per sviluppare un prodotto condiviso

Quota di adesione

Partecipazione gratuita. Non è previsto il pagamento di una quota di adesione.

Il bando di concorso sarà lanciato il 3 luglio e le candidature dovranno essere presentate online. Gli interessati devono presentare la candidatura entro il 25 settembre 2020, comprendente:

  • Informazioni personali e professionali.
  • Motivazioni a partecipare al Community Lab.
  • Il caso di studio personale (progetto, programma o iniziativa, direttamente collegato all'esperienza professionale del candidato e basato su una strategia di turismo sostenibile in un'area naturale di fronte alla sfida del Covid-19).
  • CV in formato PDF.

Un gruppo di esperti selezionerà i 30 partecipanti per il  Community Lab prendendo in considerazione le motivazioni, il curriculum e il caso studio presentato. I candidati selezionati riceveranno tutto il materiale di supporto al corso in formato digitale, le istruzioni sull'uso della piattaforma online e il supporto tecnico per organizzare al meglio la loro partecipazione.

Modalità di iscrizione

La partecipazione al webinar internazionale del 3 luglio 2020 è soggetta alla preventiva registrazione online. Il link per collegarsi viene inviato automaticamente dopo la registrazione.