Piano di formazione > Competenze Manageriali (Cod. corso CM.2205)

Workshop: interdipendenze. La leadership delle sfide relazionali: gestione delle proprie persone e degli interlocutori chiave (blended)

Obiettivi

Lo scopo del percorso è di mettere i partecipanti nelle condizioni di raggiungere un diverso livello di leadership utilizzando l'approccio e gli strumenti della Padronanza Personale, in modo da gestire con efficacia le sfide relazionali, sia nella gestione dei propri collaboratori che degli interlocutori chiave.

La Padronanza Personale è un approccio che parte dalla gestione dello stato soggettivo interno per mettere in campo processi decisionali condivisi, comunicazioni, feedback e richieste contestualizzate e chiare, stimolare la partecipazione e l'ingaggio degli interlocutori, in particolare nei momenti sfidanti e su questioni difficili.

I lavori d'aula e di coaching individuale, basati sulla Padronanza Personale, escono dalle modalità della formazione tradizionale per privilegiare il dialogo individualizzato e l'analisi delle situazioni specifiche messe in campo dai partecipanti. Per aumentare la curva di apprendimento in questo percorso è importante mettersi in gioco.

L'obiettivo della Padronanza Personale è acquisire consapevolezza dei fattori personali che rallentano o impediscono la convergenza, l'alleanza e la cooperazione per trasformarli in tempo reale, “sintonizzandoci” con gli interlocutori.

Tutti noi sotto stress produciamo modalità relazionali inefficaci che ci limitano e limitano la capacità dei nostri collaboratori e interlocutori di sviluppare responsabilità e impegno. La consapevolezza di alcuni schemi attinenti all'area personale è un elemento spesso trascurato nella formazione manageriale, a favore di teorie e modelli astratti, mentre spesso la chiave per tirare fuori il meglio di sé e dal proprio gruppo di lavoro è proprio quella di partire da sé stessi nel trattare le sfide relazionali: far emergere il non-detto, affrontare questioni difficili, ascoltare e comunicare priorità, esigenze, motivazioni.

Si diventa molto più efficienti nel gestire gli ostacoli degli interlocutori quando si impara a riconoscere i nostri ostacoli interni impliciti, e a evitarli.

 

Risultati di apprendimento attesi
Alla fine del corso il/la partecipante avrà acquisito competenze rispetto a:

  • riconoscere le personali modalità funzionali e disfunzionali nel fare richieste, nel dare feedback e nella creazione di motivazione, sia nei collaboratori che negli interlocutori;
  • trasformare l'impatto degli schemi comportamentali personali nelle relazioni chiave per la gestione dei meccanismi operativi e dei processi organizzativi.

Articolazione e contenuti

  • Leggere con la Padronanza Personale gli elementi in gioco nelle sfide relazionali;
  • Mettere in campo richieste costruttive, dare feedback e far emergere le questioni difficili;
  • L'espressione degli obiettivi e delle motivazioni nella gestione delle motivazioni degli interlocutori.

Destinatari

Dirigenti e Direttori/Direttrici (da minimo 6 a massimo 10 partecipanti)

Ulteriori informazioni

Le modalità d'individuazione dei/delle destinatari/e e d'iscrizione per la Provincia autonoma di Trento verranno concordate con il Dipartimento Organizzazione, Personale e Affari generali e comunicate con apposita successiva informativa.
È possibile effettuare l'iscrizione per i Responsabili degli Enti strumentali e Società di sistema convenzionate con tsm.

Attestazione

Utile per l’attestazione “Professione Manager 2022” nell’ambito competenze manageriali