Data 06/11/2017

Festival della famiglia 2017: da Società per azioni a Società di relazioni

regioni.it

La kermesse giunta alla sesta edizione dibatterà sul tema: “Interconnessioni territoriali e sviluppo locale. Il capitale generato dalle reti” attraverso 19 eventi diffusi nel capoluogo trentino e sul territorio provinciale. L’evento inaugurale di apertura si terrà lunedì 27 novembre, ad ore 14.30, presso la Sala delle Marangonerie del Castello del Buonconsiglio. La manifestazione è coordinata dall’Agenzia provinciale per la famiglia, la natalità e le politiche giovanili e ha il patrocinio del Dipartimento per le politiche familiari della Presidenza del Consiglio dei Ministri. Sono aperte le iscrizioni online su www.festivaldellafamiglia.eu

Quali politiche pubbliche possono essere messe in campo per rafforzare il capitale relazionale territoriale? Per sostenere la famiglia e le imprese? Per rafforzare la coesione sociale e accrescere lo sviluppo locale grazie al valore intrinseco delle reti? Quali azioni possono essere intraprese per un cambio di paradigma concettuale radicale che trasformi leSocietà per azioniinSocietà di relazioni?

Obiettivo della sesta edizione del Festival della famiglia sarà dibattere su un tema fortemente attuale e cioè la necessità di fare rete sul territorio per generare valore, sviluppo, innovazione. In una parola: crescita sociale ed economica. Le policy pubbliche non possono più indirizzare i loro piani utilizzando un unico paradigma, la mera gestione economica di bilancio di entrate/uscite, bensì adottare una visione più globale che includa anche i nodi delle reti di sistema generatrici di benessere sociale ed economico innestando un mutamento qualitativo culturale che dia nuova linfa alle reti istituzionali, economiche e personali che vivono, abitano e sviluppano i territori e la loro identità.

Un tema che si presta ad essere re-interpretato e codificato attraverso varie lenti di indagine: dalle reti sociali a quelle tecnologiche, dalle reti associazionistiche a quelle distrettuali familiari, dalle reti del welfare aziendale a quelle del welfare territoriale, dalle reti informatiche a quelle relazionali.

L’Agenzia per la famiglia ha quindi messo in campo una squadra di partner che, a vario titolo e ruolo, hanno re-interpretato il tema del Festival in base alle loro specifiche competenze e specificità: tsm, Trentino School of Management, Distretti famiglia, Comuni e Comunità di valle, Università degli Studi di Trento, Forum delle associazioni familiari nazionale, Fondazione Franco Demarchi, Muse, Consolida, Associazione Nazionale Famiglie Numerose, Centro Kairos e Trentino Social Tank.

Lo spazio alle famiglie sarà dedicato invece nella giornata di sabato 2 dicembre con eventi diffusi in tutta la città di Trento organizzati in collaborazione con “Il Trentino dei Bambini” (www.iltrentinodeibambini.it).

Sono aperte le iscrizioni online su www.festivaldellafamiglia.eu