Architettura per la montagna di domani. Le valenze culturali, ambientali e relazionali del rifugio come presidio della Montagna – vol. 1

In collaborazione con l'Università di Trento – Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale e Meccanina

Raccoglie i risultati della ricerca “Architettura per la montagna di domani, potenziali risorse per i rifugi trentini” di Riccardo Giacomelli, sviluppata all'interno del programma di lavoro RifugioPLUS del DICAM, coordinato dal professor Claudio Lamanna in qualità di responsabile scientifico.

La ricerca è finalizzata a individuare e sviluppare, nel pieno rispetto delle tradizioni alpine, scenari, architetture e infrastrutture capaci di anticipare la montagna di domani, più adeguata ai presenti e futuri fruitori.

L'indagine interessa 146 strutture, classificate come rifugi dalla legge provinciale del 15 marzo 1993 “Ordinamento dei rifugi alpini, bivacchi, sentieri e vie ferrate”, ed è orientata a valutare le potenzialità territoriali ancora inespresse dalle singole strutture.

Lo scopo della ricerca è di esplorare le valenze culturali, ambientali e relazionali capaci di arricchire la già consolidata concezione dei singoli rifugi da parte di alpinisti, escursionisti e sciatori. Il rifugio viene quindi reinterpretato come un plusvalore di relazione e di sintesi rispetto al territorio di cui è presidio, attraverso una lettura più ampia svincolata dalla contingenza del singolo edificio, mettendo al centro le peculiarità di ogni singolo contesto ambientale