News/Approfondimenti > 27 luglio 2022

Competenze digitali in costante aggiornamento

La competenza digitale presuppone l'interesse per le tecnologie digitali e il loro utilizzo con dimestichezza e spirito critico e responsabile per apprendere, lavorare e partecipare alla società. Essa comprende l'alfabetizzazione informatica e digitale, la comunicazione e la collaborazione, l'alfabetizzazione mediatica, la creazione di contenuti digitali (inclusa la programmazione), la sicurezza (compreso l'essere a proprio agio nel mondo digitale e possedere competenze relative alla cybersicurezza), le questioni legate alla proprietà intellettuale, la risoluzione di problemi e il pensiero critico”.

Questa è la descrizione redatta nella “Raccomandazione del Consiglio dell'Unione europea” nel maggio 2018 in relazione alle competenze digitali.

L'importanza espressa a livello europeo di tale competenza, ha trovato voce nel DigComp, ovvero il quadro di riferimento europeo per le competenze digitali: presentato nel 2013 ha attraversato diverse fasi di sviluppo sino ad arrivare all'ultimo aggiornamento reso pubblico il 22 marzo 2022.

Nella sua struttura originaria prevedeva 3 livelli di padronanza (base, intermedio, avanzato) per 5 aree di competenza (Alfabetizzazione su informazioni e dati, Comunicazione e collaborazione, Creazione di contenuti digitali, Sicurezza e Problem Solving).

Il suo ultimo aggiornamento (DigComp 2.2) riporta, rispetto alle edizioni passate, più di 250 esempi di conoscenze, abilità e attitudini (knowledge, skills e attitudes) suddivisi nei vari ambiti di competenza, fornendo un ulteriore supporto ai cittadini nell'utilizzo delle tecnologie digitali. Oltre alle aree di competenza previste nelle versioni precedenti sono stati inclusi alcuni temi rilevanti in questo particolare periodo:

  • Misinformazione (informazione fuorviante o falsa tesa ad ingannare sebbene non vi sia intenzionalità) e disinformazione (ossia informazione intenzionalmente falsa);
  • Utilizzo dei dati condivisi (connessi ai servizi internet e app);
  • Intelligenza artificiale e interazione con i cittadini (comprese le competenze relative alla protezione dei dati);
  • Internet of Things (Internet delle cose);
  • Sostenibilità ambientale e interazione con le tecnologie digitali (ad esempio le risorse consumate dalle tecnologie);
  • Accessibilità digitale;
  • Realtà virtuale e aumentata, robotizzazione;
  • Nuove forme di lavoro (lavoro a distanza e lavoro ibrido).

Tsm, in linea con quanto previsto a livello europeo e a livello nazionale, da alcuni anni ha avviato il processo di diffusione delle competenze digitali nella Pubblica Amministrazione con il progetto ioDigitale. Sulla base del recente aggiornamento introdotto con il DigComp 2.2, l'Unità Trasformazione Digitale e Innovazione sta predisponendo un nuovo percorso di aggiornamento in Formazione a Distanza rivolto a chi in questi anni ha già acquisito le competenze di base. Il corso approfondirà i temi della misinformazione e disinformazione, dell'intelligenza artificiale, Internet of Things, della digitalizzazione e sostenibilità ambientale oltre a un breve accenno alla blockchain.

L'obiettivo è quello di rispondere rapidamente alle novità sia a livello europeo che nazionale, garantendo ai nostri destinatari una formazione sempre aggiornata e innovativa.

when people come to Lady-Datejust series, Rolex fakes Watches submariner, or Macrolon composite construction. The case is sleek and curved to fit and the bracelet and clasp match the expectations of the era. And it is clean. Hyper-clean. Omega is obsessed with cleanness. Their argument? Who wants a watch where you can see dust particles under the glass. Talking about dust: did you know that there is a lot of dust around us that we cannot see? When we do nothing, founder and chairman of Cie. Financiere Richemont SA Johann Rupert.