News/Approfondimenti > News 02 dicembre 2021

Turismo: competenze manageriali per affrontare la sfida dei mercati

Trentino School of Management presenta il piano di formazione 2022 per gli operatori del settore turistico

Per affrontare la sfida dei mercati turistici è necessario che gli operatori del settore, in un momento di grandi cambiamenti, acquisiscano competenze sempre più manageriali ed innovative. Partendo da questa premessa, tsm-Trentino School of Management ha messo in campo un progetto di formazione rivolto a quanti operano, con ruoli di gestione, coordinamento e progettazione nel settore turistico territoriale, con l'obiettivo di stimolare un approccio comune, partendo dall'analisi di queste competenze, ovvero dallo stato dell'arte. La Scuola di Management del Turismo di tsm ha dunque commissionato alla società Dream srl, un'indagine che ha voluto porre sotto osservazione le competenze di 10 ApT del Trentino. I risultati sono stati presentati oggi, nel corso di un incontro online, al quale è intervenuto anche l'assessore provinciale al turismo, Roberto Failoni che ha evidenziato lo sforzo in atto da parte delle autorità sanitarie del Trentino a sostegno della campagna vaccinale, al fine anche di salvaguardare la stagione turistica invernale.

Delio Picciani, amministratore delegato di tsm, ha ricordato l'importanza, per il sistema turistico provinciale, di verificare le proprie competenze ed il livello della propria organizzazione, potendo così intervenire laddove si ravvisino delle criticità. “Su questo – ha aggiunto – lavora tsm, che è pronta a supportare gli operatori del settore, fornendo strumenti di autovalutazione e percorsi di formazione”.

L'indagine ha raggruppato le competenze delle Apt in 5 macro aree: sviluppo manageriale, sviluppo del prodotto, costruzione di alleanze interne ed esterne al territorio, comunicazione, implementazione e analisi dati. Per ognuna di queste aree sono stati evidenziati punti di forza e aree di possibile miglioramento, fornendo ai Direttori delle Apt utili indicazione sia di carattere strategico che operativo.

Le competenze per tutte e 5 le macro aree sono risultate complessivamente in una fascia medio-alta, con la miglior performance raggiunta nella macro area della comunicazione mentre si è evidenziata la necessità di miglioramenti nell'area dell'implementazione e analisi dei dati.

Da queste analisi nasce anche la proposta formativa per il 2022 della scuola di formazione della Provincia, che è stata presentata da Alessandro Bazzanella, direttore di tsm-smt. Tre le parole d'ordine sulle quali si muove il percorso formativo messo in campo; ripartenza, innovazione e sostenibilità. Per la crescita dei territori, delle organizzazioni e degli operatori sono state individuate 4 azioni di sviluppo, a cominciare dalla necessità di formare un management del cambiamento, che possa affrontare le importanti trasformazioni in corso. Altra area su cui intervenire è quella della trasformazione digitale, in cui servono programmazione, competenze, capacità organizzative e leadership per governare l'impatto della tecnologia. Vi è poi il tema delle strategie di innovazione. Per interpretare con la massima efficacia i bisogni espressi dagli attori locali, tsm|smt assiste le ApT nella definizione delle strategie di intervento e nella progettazione delle azioni concrete. Quarta area di intervento quella del turismo sostenibile, capace di combinare ambiente naturale, cura dell'ospite, servizi e promozione. Su questo il Trentino ha saputo trovare una formula di successo che va ora presidiata e mantenuta.