Press > Press 17.05.2016

Tre giorni di eventi dedicati alla biodiversità

Il trentino

Il Trentino terra della biodiversità, con una tre giorni che - da venerdì a domenica prossima (con una “propaggine” il 23 e la festa dei parchi il 24) - offrirà più modi concreti per parlare di biodiversità per capire di cosa di tratta e perché è importante che ci sia. E lo farà grazie alla sinergia, alla rete instaurata tra Fondazione De Bellat, Muse ed i Parchi del Baldo e dello Stelvio. Le iniziative saranno rivolte al pubblico dalle nuove generazioni, ai “grandi” e distribuite sul territorio, dall’azienda agricola Spagolle della Fondazione De Bellat a Castelnuovo di Valsugana al Muse, ai territori di Baldo e Stelvio. La presentazione ieri in Provincia, con gli assessori Gilmozzi e Dallapiccola, i direttori della Fondazione Mach Sergio Menacape e del Muse Michele Lanzinger. Ed il pacchetto di proposte e di offerte che ha coinvolto oltre agli enti istituzionali anche Atabio, La Pimpinella, il Biodistretto della val di Gresta, Baldensis, l’Associazione Goever Cereali del Trentino, Slow Food, Associazione farina della Valsugana. Perché, come hanno detto Dallapiccola e Gilmozzi, «stiamo creando un capitale culturale in grado di produrre i frutti sperati ma soprattutto evidenziamo in questo modo che da noi, in Trentino, la biodiversità si celebra tutti i giorni». Si inizia venerdì alla Fondazione De Bellat dell’azienda Spagnolle di Castelnuovo con la festa della biodiversità agraria e alimentare, per proseguire sabato con le cerimonie, le gare tra i ragazzi, il cibo alpino, il pranzo comunitario ed i convegni del pomeriggio. Alla domenica gita biodiversa con la Sat dell’Alto Noce, al monte Baldo, al parco dello Stelvio, quindi a quello dell’Adamello Brenta. Sabato, «Festival della Biodiversità al Muse», dalle 15 alle 19, con attività per famiglie, corner con gli scienziati, i matematici, la mostra Il paesaggio del Trentino. (c.l.)