Press > 18.10.2019

Premiati i migliori formatori della Pubblica amministrazione

Al Castello del Buonconsiglio la cerimonia del Premio "Filippo Basile" con l'assessore Spinelli

Premiati oggi al Castello del Buonconsiglio, a chiusura del XVI Convegno Pubblica Amministrazione, dedicato alle buone politiche e nuove dimensioni dell'apprendimento, i vincitori del XVIII Premio “Filippo Basile” dell'Associazione Italiana Formatori (AIF). Tra i premiati anche l'Azienda provinciale per i servizi sanitari della Provincia autonoma di Trento, la Comunità Valle di Cembra e l'Istituto Comprensivo Trento 6. Alla cerimonia è intervenuto anche l'assessore allo sviluppo economico, ricerca e lavoro Achille Spinelli.

Il Premio nasce nel 2001 per ricordare Filippo Basile, dirigente dell'Assessorato Agricoltura e Foreste della Regione Siciliana e figura di spicco per lo sviluppo della formazione italiana, assassinato il 5 luglio 1999. Il Premio, che si ripete ogni anno, si propone di valorizzare le esperienze formative d'eccellenza realizzate dalle Pubbliche amministrazioni che contribuiscono ad un concreto miglioramento dei servizi offerti, al miglioramento dei processi interni e allo sviluppo delle risorse umane. "La formazione - ha affermato nel suo indirizzo di saluto l'assessore Spinelli - è l'unico mezzo per stare al passo con i tempi. Ormai i progressi si misurano nell'arco di pochi mesi ed è prevedibile che entro pochi anni anche all'interno della Pubblica amministrazione le nuove tecnologie indurranno cambiamenti profondi riducendo di molto i tempi dei processi. Non sarà un taglio drastico del lavoro in sé, ma si affermerà piuttosto un approccio basato sulla qualità e le competenze digitali, ma non solo. La Provincia autonoma di Trento si è già incamminata su questa strada attraverso la riorganizzazione della macchina amministrativa: non siamo messi male e possiamo vantare una buona efficienza, tuttavia la sfida posta dall'utilizzo delle nuove tecnologie porterà anche la nostra macchina burocratica a modificare il proprio modo di operare. Il lavoratore del futuro sarà la persona mentalmente aperta, che considera l'utente come un cliente". Il Premio, articolato in varie sezioni, ha messo in evidenza anche alcune iniziative formative promosse da enti ed istituzioni del Trentino. L'Azienda sanitaria provinciale si è vista riconoscere il 1° premio nella sezione "Sistemi formativi" per il progetto "Simulazioni di emergenza sanitaria in reparto", nonché il Premio Speciale Formazione Sanità; Premio Speciale del Comitato Scientifico alla Comunità Valle di Cembra, che ha ottenuto anche una Segnalazione di Eccellenza, nella sezione "Progetti Formativi", per il progetto "Giovani educatori per la riduzione del divario digitale"; una Segnalazione di Eccellenza, infine, anche per l'Istituto Comprensivo Trento 6, per la sezione "Progetti Formativi", per il progetto denominato "Into the Wild 2".