Press > 18.10.2019

Apss vince il premio Basile per la formazione in ambito sanitario

La cerimonia di premiazione si è svolta questo pomeriggio nell'ambito del XVI Convegno Pubblica Amministrazione

Per erogare servizi sanitari di qualità è fondamentale avere personale preparato, adeguatamente formato e aggiornato. Per questo l'Azienda provinciale per i servizi sanitari investe da sempre sulla formazione e la specializzazione dei suoi operatori. Oggi questo impegno è stato premiato: Apss è risultata infatti vincitrice del Premio Basile per la formazione nella Pubblica Amministrazione nella sezione “Sistemi formativi” con un progetto dedicato alle “Simulazioni di emergenza sanitaria in reparto”. Oltre al primo premio Apss ha ricevuto anche un “Premio speciale formazione sanità”. La cerimonia si è svolta questo pomeriggio al Castello del Buonconsiglio di Trento nell'ambito del XVI Convegno Pubblica Amministrazione dell'Associazione Italiana Formatori (AIF), dedicato alle buone politiche e alle nuove dimensioni dell'apprendimento nelle PA italiane.

Il progetto “Simulazioni di emergenza sanitaria in reparto” punta a migliorare le capacità di intervento nell'emergenza clinica degli operatori delle unità operative di Apss, applicando nelle simulazioni le conoscenze apprese nei corsi di rianimazione cardiopolmonare. Il progetto integra e potenzia – per la prima volta in maniera sistemica – la formazione già prevista per tutti gli operatori sanitari di Apss per la gestione delle emergenze sanitarie. La simulazione in reparto – oltre ad allenare le competenze tecniche, quelle relative alla comunicazione, al lavoro di team e la capacità di decidere in situazioni di crisi – dà l'opportunità di riflettere sulle ricadute organizzative di una corretta gestione dell'emergenza, grazie all'attività di debriefing.

Il progetto – che ha interessato medici, infermieri e operatori socio sanitari – è stato realizzato dal servizio formazione di Apss, in collaborazione con i direttori e i coordinatori delle unità operative dell'ospedale Santa Chiara di Trento, il servizio ospedaliero provinciale e il servizio per le professioni sanitarie. Le prime simulazioni sono state fatte nelle unità operative di medicina e cardiologia di Trento e successivamente nei reparti di medicina degli ospedali di Borgo e Cavalese.

Il premio Basile nasce nel 2001 per ricordare Filippo Basile, dirigente della Regione Siciliana e figura di spicco per lo sviluppo della formazione italiana, assassinato il 5 luglio 1999. Il Premio, che si ripete ogni anno in una città diversa, si propone di valorizzare le esperienze formative d'eccellenza realizzate dalle PA che contribuiscono ad un concreto miglioramento dei servizi offerti, al miglioramento dei processi interni e allo sviluppo delle risorse umane.