Press > Press 01 gennaio 1970

Sindacati: più tutele per gay e lesbiche

15/05/2013 - L'Adige

Un'intera giornata per discutere e approfondire il tema dell'orientamento sessuale e identità di genere nei luoghi di lavoro. L'iniziativa si terrà venerdì 17 maggio e sarà promossa dalle tre sigle sindacali Cgil, Cisl e Uil assieme a LaRes (Laboratorio relazioni sindacali) presso la Trentino School of Management. L'evento nasce all'interno della settimana contro l'omofobia promossa in Trentino da Arcigay e Arcilesbica e vuole puntare i riflettori sui tanti diritti di gay e lesbiche che ancora oggi mancano anche nel mondo lavorativo. KIl nostro obiettivo - ha spiegato Andrea Grasselli della Cgil - è capire cosa può fare il sistema delle relazioni sindacali per permettere ai lavoratori di far emergere con più libertà il proprio orientamento e garantire che nel momento in cui emerge questa espressione ci siano delle garanzie per i propri diritti».

La giornata di venerdì, intitolata KDiversity management», si dividerà in due parti: durante la mattinata prenderà il via un percorso di formazione per funzionari e delegati sindacali nel quale docenti universitari ed esperti di diritto forniranno il quadro tecnico e legislativo sulla situazione in Italia, per quel che concerne l'orientamento sessuale e l'identità di genere sui posti di lavoro. Dopo questa prima sessione, nel pomeriggio si terranno degli approfondimenti aperti a tutti i cittadini. A partire dalle 14.30 il professor Raffaele Lelleri dell'Università di Bologna, presenterà KIo sono io lavoro», la prima ricerca su scala nazionale riguardante la discriminazione di omosessuali, lesbiche e transessuali sui posti di lavoro. A seguire Cinzia Sechi, della Confederazione europea dei Sindacali, presenterà il progetto KExtending Equality». Infine Michela Papette, presidente di Arcilesbica Trento presenterà la campagna KFirmalove».