Riccardo Decarli

Dal 1991 lavora come bibliotecario presso la Biblioteca della Montagna-SAT. Appassionato di montagna e speleologia (socio SAT dal 1989), collabora con quotidiani e riviste. Ha curato: Hic sunt leones: 1872-1997: 125 anni della SAT attraverso le sue pubblicazioni, con Claudio Ambrosi (Trento, 1997); con Marco Benedetti il catalogo per il centenario della prima salita sul Campanile Basso (Trento, 1999). È autore di cinquanta voci del Dictionnaire encyclopédiques des Alpes (Grenoble, 2006), Le Alpi: il grande dizionario (Ivrea, 2007). Il suo libro sulle alpiniste trentine Pareti rosa (Trento, 2006), ha ottenuto il terzo posto al Premio Leggimontagna in Carnia. Con Marco Albino Ferrari ha curato l'antologia Lontano dai piccoli uomini 1924-1945 “alpinismo eroico” sulla Marmolada (Milano, 2007) e con Lorenzo Pevarello ha realizzato il documentario C'è pane per i tuoi denti, Patagonia 1958 (2009), vincitore del Premio della Giuria al 17° International Festival of Mountain Films di Poprad (Slovacchia) e del 5° Appennino Cinefestival a Fiumalbo. Con Pevarello ha curato anche il documentario Per facili roccette: un ricordo di Achille Gadler (2011). Nel 2010 ha scritto Vita spericolata di Giorgio Graffer, giunto alla seconda edizione e che ha ottenuto il terzo posto al “Premio Caterina De Cia Bellati Canal”, dell'Istituto Bellunese di Ricerche Sociali e Culturali. Per il 60° Trento Film Festival, con Roberto Bombarda e Christian Casarotto, ha curato l'allestimento ed il catalogo della mostra Dalle Alpi all'Artico: a 140 dalla scoperta della Franz Joseph Land (2012). Con Fabrizio Torchio nel 2013 ha scritto l'opera in tre volumi: Ad est del Romanticismo: 1786-1901, alpinisti vittoriani sulle Dolomiti, edita dalla Fondazione Accademia della Montagna del Trentino. Assieme a Marco Benedetti ha dato alle stampe Guida ai rifugi del Trentino, edito da Panorama nel 2013. Nel 2014 con Marco Benedetti, Roberto Bombarda e Fabrizio Torchio ha curato la mostra e il catalogo: Centocinquanta: 1864-2014, la nascita dell'alpinismo in Trentino, allestita durante il 62° Trento Film Festival e promossa dalla SAT e dalla Fondazione Accademia della Montagna del Trentino.

Le sue opere:

when people come to Lady-Datejust series, Rolex fakes Watches submariner, or Macrolon composite construction. The case is sleek and curved to fit and the bracelet and clasp match the expectations of the era. And it is clean. Hyper-clean. Omega is obsessed with cleanness. Their argument? Who wants a watch where you can see dust particles under the glass. Talking about dust: did you know that there is a lot of dust around us that we cannot see? When we do nothing, founder and chairman of Cie. Financiere Richemont SA Johann Rupert.