Competenze per la trasformazione Digitale

La trasformazione digitale della Pubblica Amministrazione e il suo processo di innovazione sono strettamente legati alla contestuale crescita, diffusione e valorizzazione delle competenze digitali del personale; questo per rendere l'amministrazione sempre più smart, dove i dipendenti rivestono un ruolo fondamentale per il miglioramento dei servizi offerti ai cittadini e alle imprese.

L'importanza del digitale è stata più volte ribadita anche dai Piani di sviluppo europei ed italiani.

Nel primo trimestre del 2021 la Commissione Europea ha individuato una serie di obiettivi per accompagnare la trasformazione digitale europea entro il 2030; tale strategia. denominata “Digital Compass”, si sviluppa su quattro punti cardinali: competenze, infrastrutture, imprese e servizi pubblici.

Il “Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR)” ha a sua volta fatto proprie le indicazioni europee, indicando il tema della trasformazione digitale come asse portante del rilancio del Paese; in tale contesto rivestono un ruolo fondamentale le competenze digitali dei cittadini e della Pubblica Amministrazione. Tale strategia è stata riassunta con l'asse “Italia Digitale 2026”.

Il Piano è coerente con i precedenti programmi e linee guida che hanno trattato in modi diversi ma complementari il tema delle competenze digitali per la PA, come i “Piani Triennali per l'informatica nella Pubblica Amministrazione” (l'attuale è il 2020-2022) e non ultima la “Strategia Nazionale per le Competenze Digitali” (Decreto Ministro per l'innovazione e digitalizzazione del 21 luglio 2020).

La PA trentina promuove lo sviluppo di un'amministrazione innovativa nel “Piano Strategico di promozione del lavoro agile nella Provincia di Trento – Dal lavoro agile al distretto Trentino Intelligente” (Delibera della G.P. n. 1476/2021), all'interno del quale uno degli obiettivi strategici sono legati alla trasformazione digitale della PA. Uno dei risultati è la proposta di un modello organizzativo sotto la forma di “Hub territoriale per le competenze digitali e metodologie per la trasformazione digitale e l'innovazione della PA” (Delibera della G.P. n. 1254/2021).

Le attività formative in questo ambito previste nel 2022 proseguono il percorso avviato già da qualche anno, includendo al contempo le ultime novità appena descritte, e sono dedicate:

  • al management, approfondendo le opportunità strategiche del digitale e i trend di innovazione futuri;
  • a tutto il personale, valorizzando le competenze digitali traversali;
  • al personale specialistico che dovrà affrontare le tematiche specifiche della trasformazione digitale.

I contenuti, il metodo, l'articolazione e la durata delle azioni formative potranno subire variazioni in sede di progettazione di dettaglio.
In corso d'anno potranno essere attivate ulteriori iniziative per rispondere ad eventuali nuove esigenze formative.