Attività > Cultura

CULTURE TALKS 2022
Cultura per lo sviluppo sostenibile | Prosperità e sostentamento tra ordine e complessità

Perchè non ci sono più le professioni di una volta.

Al concetto di patrimonio culturale sono state associate parole come conservazione, valorizzazione e tutela. Oggi il patrimonio non è più legato solamente al passato ma anche al futuro: la costruzione dell'immaginario di oggi è il patrimonio di domani. La creazione di luoghi (placemaking) e di mondi (world-building) superano la narrazione (storytelling), la rivoluzione digitale proietta arte, cultura e relazioni nel metaverso. Al contempo, nel mondo in quattro dimensioni nascono nuove figure professionali, con competenze trasversali (cross), consapevolezza dei beni comuni (cultural commons) e trasformazione degli spazi in luoghi. Se i luoghi dell'arte e i centri culturali evolvono, come evolvono le professioni? Come misurare e quindi garantire la sostenibilità – economica, sociale, culturale – del patrimonio? L'incontro propone una riflessione sulla governance del patrimonio culturale e su come determinati modelli di gestione si possano configurare come risorsa per la collettività.

Interventi:

Paola Dubini, Università Bocconi e Centro Ask
Roberta Franceschinelli, Fondazione Unipolis, Culturability
Franco Broccardi, BBS-Lombard sb

Modera l'incontro Irene Sanesi, BBS-Lombard sb

 


 

Il seminario è organizzato nell'ambito di TSM CULTURE TALKS. Cultura per lo sviluppo sostenibile.

Tra i Sustainable Development Goals (SDG) dell'Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, pubblicati nel 2015, non compare alcun obiettivo riguardante esplicitamente la cultura, ma ciò non significa che questa non sia presente, in maniera indiretta e traversale, in molti GOAL identificati nel documento. Nel 2019 UNESCO ha pubblicato il documento "Culture 2030 Indicators", che ha evidenziato chiaramente che i fattori culturali sono tutt'altro che trascurabili, influendo infatti su 14 dei 17 SDG (obiettivi) proposti dall'Agenda. 

Il seminario è aperto al pubblico e si rivolge in particolare ai professionisti della cultura, della creatività e dello sviluppo locale.


 

PER APPROFONDIMENTI:

Agenda ONU 2030
UNESCO Culture 2030 Indicators

when people come to Lady-Datejust series, Rolex fakes Watches submariner, or Macrolon composite construction. The case is sleek and curved to fit and the bracelet and clasp match the expectations of the era. And it is clean. Hyper-clean. Omega is obsessed with cleanness. Their argument? Who wants a watch where you can see dust particles under the glass. Talking about dust: did you know that there is a lot of dust around us that we cannot see? When we do nothing, founder and chairman of Cie. Financiere Richemont SA Johann Rupert.