Iscrizioni chiuse
Attività > Relazioni e politiche di lavoro

Strategia di Specializzazione Intelligente

La ricerca e l'innovazione tecnologica rappresentano due capisaldi per lo sviluppo competitivo di un territorio, soprattutto nel contesto di un'economia globalizzata. La Strategia di Specializzazione Intelligente (S3), inizialmente introdotta dall'UE nell'ambito della programmazione 2013-2020 della politica di coesione europea, è uno strumento volto a migliorare e rafforzare l'efficacia delle politiche pubbliche e degli interventi a favore della ricerca e dell'innovazione. La S3 individua le priorità di investimento in ricerca e innovazione e delinea le traiettorie di sviluppo del sistema economico provinciale tenendo conto del posizionamento strategico territoriale e delle prospettive di sviluppo a livello nazionale e globale. La S3 rappresenta, dunque, il quadro strategico per il disegno e l'attuazione degli interventi delle politiche di ricerca, sviluppo tecnologico e innovazione nel territorio provinciale, con l'obiettivo di costruire vantaggi comparati e percorsi di crescita sostenibile nel medio e lungo termine.
L'elaborazione della S3 è una condizione essenziale per l'utilizzo delle risorse del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR) in riferimento all'obiettivo tematico 1 “Un'Europa più intelligente e competitiva”. In questo contesto la S3 sostiene la concentrazione tematica degli investimenti e la creazione di massa critica, nonché il miglioramento del modello di governo e lo sviluppo di sinergie tra gli attori locali. Inoltre, la S3 permette di guidare meglio il processo di trasformazione economica del territorio e di rispondere alle sfide economiche e sociali attraverso l'innovazione tecnologica, la trasformazione di organizzazione e processi e la creazione e il consolidamento di filiere economiche.
Nel 2019 la Provincia autonoma di Trento ha avviato un percorso di discussione e confronto con i soggetti del sistema trentino della ricerca e dell'innovazione, gli attori economici e le parti sociali,  che ha portato all'aggiornamento della S3 originariamente elaborata nel 2014 e all'individuazione di 4 aree di specializzazione per il settennio 2021-2027:

  1. Sostenibilità, montagna e risorse energetiche;
  2. ICT & trasformazione digitale;
  3. Industria intelligente;
  4. Salute, alimentazione e stili di vita.

La nuova S3 è stata approvata, dopo una fase di consultazione pubblica, dalla Giunta Provinciale con la delibera n. 2297 del 23 dicembre 2021.
Il Dipartimento Sviluppo economico, ricerca e lavoro, con l'Ufficio Programmazione del sistema della ricerca e dell'innovazione del Servizio Industria, ricerca e minerario della Provincia autonoma di Trento è la struttura di coordinamento della S3 per il territorio provinciale.
Considerato che la Strategia coinvolgerà a vari livelli i dipartimenti della Provincia autonoma di Trento e altri stakeholder locali, si intende avviare un percorso formativo di sensibilizzazione e informazione sulla programmazione e supporto alla ricerca e all'innovazione, con un focus specifico sulla S3. Il percorso formativo è organizzato in due moduli, il primo di carattere generale e rivolto ad un pubblico ampio, il secondo di carattere operativo e rivolto prioritariamente ai referenti dei dipartimenti provinciali membri del comitato interdipartimentale S3.

 

Obiettivi

La finalità del progetto formativo è duplice: in prima istanza, il progetto intende sensibilizzare l'amministrazione provinciale e gli stakeholder del territorio sull'importanza della S3, sul perseguimento dei suoi obiettivi in rapporto alle aree e traiettorie di specializzazione individuate e sul suo rapporto con il Piano Operativo PAT FESR ed il Programma Pluriennale della Ricerca (PPR); in secondo luogo, il percorso formativo intende dotare l'amministrazione provinciale delle competenze tecnico-operative necessarie per l'implementazione, l'attuazione e il monitoraggio della Strategia, rivolgendosi in particolare ai membri del comitato interdipartimentale S3 e ai loro collaboratori.

Articolazione e contenuti

Coerentemente con questo approccio, il percorso formativo è diviso in 2 moduli consequenziali: il primo modulo è di carattere generale ed è rivolto ad un'ampia platea di destinatari all'interno dell'amministrazione provinciale, ma anche fruibile da soggetti esterni. Il secondo modulo ha carattere tecnico-operativo ed è rivolto prioritariamente ai membri del comitato interdipartimentale S3 e ai loro collaboratori.

MODULO 1: Introduzione alla Strategia di specializzazione intelligente

 

Obiettivi formativi

  • Sensibilizzare e aumentare la consapevolezza dell'amministrazione provinciale e degli stakeholder locali sul valore e il significato della S3, sui suoi obiettivi e contenuti, sulle modalità di attuazione, sulle attività di monitoraggio e revisione e sugli attori coinvolti.
  • Illustrare e familiarizzare i dipendenti provinciali sulle interrelazioni tra la S3, il FESR e altri documenti strategici dell'amministrazione provinciale.

Contenuti

  • La politica di coesione e gli strumenti dell'UE a supporto della ricerca e dell'innovazione
  • La strategia di specializzazione intelligente: processo, contenuti, vincoli e condizionalità
  • Sfide e traiettorie tecnologiche della S3
  • Governance e monitoraggio della S3
  • Il processo continuo di scoperta imprenditoriale
  • Momento di confronto e discussione con i partecipanti

Modalità di erogazione

Si prevede un unico incontro della durata di 2 ore.
E' previsto un numero massimo di 100 partecipanti, per chi non riuscisse a partecipare in diretta il corso sarà erogato anche in modalità a distanza e resterà fruibile sotto forma di registrazione in FaD.

Docenti

Carla Strumendo, Servizio Industria, Ricerca e Minerario, Provincia autonoma di Trento
Valentina Perrotta, Servizio Industria, Ricerca e Minerario, Provincia autonoma di Trento
Concetta Rau, Responsabile Area Innovazione e Assistenza tecnico alla Pubblica amministrazione, Nomisma

Data: 17 maggio 2022 | ore 14.30-16.30

Destinatari

  • Personale della Provincia: assistenti/funzionari/direttori/dirigenti
  • Personale delle Fondazioni e degli Enti strumentali della PAT
  • Organizzazioni Sindacali
  • Rappresentanti delle Associazioni di Categoria
MODULO 2: Implementazione e monitoraggio della Strategia di specializzazione intelligente

Obiettivi formativi

  • Fornire ai membri del Comitato interdipartimentale S3 ed ai loro collaboratori le conoscenze e competenze tecniche necessarie per l'implementazione e il monitoraggio della S3.
  • Aumentare la consapevolezza dei membri del Comitato interdipartimentale S3 del proprio ruolo nell'ambito della governance della S3.

Contenuti

  • Il sistema di governance della S3
  • Il programma operativo del FESR, con particolare riferimento all'obiettivo tematico 1
  • Le misure implementative della S3
  • Contenuti ed elementi per gli avvisi
  • Costruzione del sistema di monitoraggio della S3: gestione dei dati e degli indicatori di output e di risultato della S3

Modalità di erogazione

Si prevede un'unica lezione della durata di 3 ore. La modalità di apprendimento include sia presentazioni che eventuali esercitazioni pratiche.
Il corso sarà erogato preferibilmente in forma di laboratorio in presenza.

Docenti

Da definire

Destinatari

Membri del Comitato interdipartimentale S3 ovvero i Dirigenti generali e loro collaboratori - referenti di Dipartimento sulla S3

when people come to Lady-Datejust series, Rolex fakes Watches submariner, or Macrolon composite construction. The case is sleek and curved to fit and the bracelet and clasp match the expectations of the era. And it is clean. Hyper-clean. Omega is obsessed with cleanness. Their argument? Who wants a watch where you can see dust particles under the glass. Talking about dust: did you know that there is a lot of dust around us that we cannot see? When we do nothing, founder and chairman of Cie. Financiere Richemont SA Johann Rupert.