News/Approfondimenti > News 27 giugno 2022

Il layout dell’accoglienza

In un contesto turistico in profondo cambiamento, caratterizzato da viaggiatori e ospiti sempre più attivi, esperti e digitalizzati che caratteristiche ha e come si fa una “buona accoglienza”? A questa domanda ha cercato di rispondere il percorso formativo rivolto agli operatori dei punti info dell'Apt Val di Fiemme: “Saper comunicare” prendendo spunto da uno dei 5 assiomi dello psicologo e filosofo Paul Watzlawick: “non si può non comunicare”. 
Se tutto il comportamento e non soltanto il discorso è comunicazione e tutta la comunicazione influenza il comportamento, come si impara e allena una comunicazione efficace ed efficiente?

Avvalendosi di un approccio motivazionale ed esperienziale, il corso ha accompagnato gli operatori – in una serie di appuntamenti che si sono svolti tra Tesero e Cavalese nei mesi di aprile e maggio – allo sviluppo di competenze in ambito comunicativo, fornendo contestualmente strumenti concreti per la gestione delle attività quotidiane.

I partecipanti hanno scoperto e sperimentato le varie forme di comunicazione (verbale, non verbale e paraverbale) acquisendo strategie e allenando competenze, ma aumentando soprattutto la consapevolezza sul proprio stile comunicativo: conoscere i propri punti di forza e di debolezza è il primo passo verso una comunicazione efficace. Saper comunicare significa inoltre saper conoscere e ri-conoscere gli interlocutori, il loro modo di comunicare al fine di adottare il linguaggio più efficace per interagire.

Al termine del percorso è stato realizzato, attraverso una redazione collettiva e condivisa, uno strumento utile alla gestione della comunicazione quotidiana: una sorta di “check list” con principi e strategie da adottare nella gestione dell'ospite.

Il tema del layout dell'accoglienza, oltre che dal punto di vista della comunicazione, è stato affrontato anche sotto la lente della gestione e della cura dello spazio del punto info. Un ufficio accogliente, ben illuminato, con spazi ordinati e che facilitano il dialogo è in grado di comunicare molto e di influenzare positivamente il clima della relazione d'accoglienza. Attraverso la metodologia del LEGO® SERIOUS PLAY® i team hanno lavorato sulla qualità dei loro spazi di lavoro sia dal punto di vista dell'operatore che dell'ospite realizzando dei piccoli modellini e condividendo caratteristiche e qualità de “l'ufficio che vorrei”.

Il percorso è stato promosso e organizzato dall'Unità economia del turismo e marketing territoriale di Tsm.

when people come to Lady-Datejust series, Rolex fakes Watches submariner, or Macrolon composite construction. The case is sleek and curved to fit and the bracelet and clasp match the expectations of the era. And it is clean. Hyper-clean. Omega is obsessed with cleanness. Their argument? Who wants a watch where you can see dust particles under the glass. Talking about dust: did you know that there is a lot of dust around us that we cannot see? When we do nothing, founder and chairman of Cie. Financiere Richemont SA Johann Rupert.